Ai riminesi piace rosso (il semaforo)

Altre Notizie

Share

di Redazione Rimini

Attraversare un incrocio nonostante il semaforo rosso si conferma è un’abitudine (pericolosa) difficile da sradicare. A confermarlo sono i numeri che emergono dal report della Polizia Locale di Rimini per l’anno 2021 rispetto all’attività del sistema di rilevazione automatico delle infrazioni semaforiche, che ci consegnano la fotografia di un fenomeno che non accenna a diminuire.

Complessivamente lo scorso anno sono state oltre 16.344 le infrazioni rilevate dalle videocamere installate nei sette incroci semaforici attualmente monitorati nel territorio comunale di Rimini. Un dato di per sé rilevante, ma che assume ancora maggior peso se confrontato con le annate precedenti: nel 2020, pur a fronte dei minori spostamenti per il picco dell’emergenza sanitaria, le infrazioni rilevate furono 9.517. Nel 2019, quando gli incroci sottoposti a controllo erano cinque, le violazioni furono quasi la metà (8.693).

Il ‘record’ è stato immortalato dall’impianto in funzione dal dicembre 2019 tra viale Regina Margherita e via Catania: ben 5.241 le violazioni, seguito dall’incrocio tra viale Principe Amedeo e via Perseo (4.886, più del doppio del 2019 quando erano 2.425). Numerose anche le infrazioni immortalate dalle videocamere tra via Siracusa e via Tommaseo (2.354). Gli altri incroci video controllati sono quelli tra via Jano Planco, via Marzabotto e via Di Mezzo (1.497), Ss72 e via della Gazzella e quello tra via Chiabrera, via Giangi e via Satta, anche questo in funzione dal dicembre 2019 (960).

Nei prossimi mesi l’amministrazione procederà all’installazione di ulteriori impianti di controllo su attraversamenti semaforici individuati dalla polizia locale.

Numeri che danno l’idea di come questo tipo di comportamento scorretto alla guida sia quasi divenuto sistematico, anche in corrispondenza di quegli incroci dove gli impianti di controllo sono attivi da maggior tempo. “Che sia per distrazione, per fretta o per superficialità, resta il fatto che il passaggio col rosso resta una delle infrazioni più commesse in assoluto – commenta l’assessore alla Polizia Locale Juri Magrini – e probabilmente anche una delle più sottovalutate, pur se punita con rigore dal codice della strada, con sanzioni pesanti e decurtazione di punti dalla patente. I video delle telecamere di controllo ci consegnano immagini che parlano da sole, di auto e mezzi pesanti e persino autobus che attraversano col rosso creando situazioni di oggettivo rischio per l’incolumità di pedoni, ciclisti e altri automobilisti”.

 

(9 febbraio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: