PubblicitàAcquario Cattolica 2023
6.1 C
Rimini
5.9 C
Ravenna
Pubblicità
Pubblicità

Fino al 1° maggio prosegue a Cervia il Festival dell’Aquilone

Il programma di mercoledì 24 aprile 2024 della 44° edizione del Festival con un fitto programma nel segno della rinascita della Regione Emilia-Romagna, le aperture delle mostre dedicate agli artisti internazionali Carl Robertshaw e Wolfgang Bieck [....]
HomeRiccioneCon una mostra collettiva e il finissage alla presenza degli artisti, chiude il...

Con una mostra collettiva e il finissage alla presenza degli artisti, chiude il ciclo di esposizioni del progetto Avamposto  

Pubblicità

A fine novembre, con l’opera di Giovanni Ronzoni “Memorie di un tempio sconosciuto”, chiude il ciclo di esposizioni del progetto Avamposto. Per 12 mesi i lavori di 12 artisti sono stati messi in mostra a rotazione in viale Ceccarini, in occasione dei 100 anni della fondazione del Comune di Riccione. La Farmacia dell’Amarissimo in piazzetta Faro ha ospitato ogni mese una diversa opera d’arte con foto e biografia dell’autore o autrice di fama nazionale.

Dal 1° all’8 dicembre,  dalle 16 alle 18, le dodici opere saranno esposte in una collettiva al Palazzo del Turismo di Riccione. L’ultimo giorno 8 dicembre alle 18 si terrà il ” Finissage ” alla presenza degli artisti che saluteranno con un brindisi il pubblico intervenuto (Ingresso libero).

Gli artisti che in questi dodici mesi si sono succeduti in esposizione, offrendo la loro idea di contemporaneità attraverso i linguaggi della pittura, scultura e fotografia, sono Max Marra (dicembre 2022), Umberto Mariani (gennaio 2023), Daniela Forcella (febbraio), Ilaria Franza (marzo), Maurizio Ceccarelli (aprile), Mauro Pipani (maggio), Luca Giovagnoli (giugno), Angela Filippini (luglio), Tony Hassler (agosto), Walter Puppo (settembre), Daniele Ferroni (ottobre) e Giovanni Ronzoni (novembre).

La mostra del progetto artistico Avamposto ha voluto racchiudere testimonianze anticipatrici in un luogo che può offrire un incontro quasi casuale con l’arte, passeggiando o semplicemente percorrendo uno spazio aperto e accessibile, come è appunto viale Ceccarini. A realizzarlo da un’idea di Angela Filippini, nella consapevolezza che l’arte debba avere uno spazio maggiore, è stata l’associazione “Amici dei Musei di Riccione e Valconca”, con il patrocinio del Comune di Riccione.

 

(24 novembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata