PubblicitàAcquario Cattolica 2023
13.3 C
Rimini
14 C
Ravenna
Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertina RiminiAiley II: l’eccellenza della danza moderna contemporanea per l’apertura della nuova stagione...

Ailey II: l’eccellenza della danza moderna contemporanea per l’apertura della nuova stagione del Teatro Galli

Pubblicità

Il cartellone 2023-24 del Teatro Galli si apre nel segno della danza, ospitando sul palcoscenico una delle compagnie di moderno più importanti al mondo. Un esordio da tutto esaurito per la nuova stagione riminese che venerdì 3 novembre (ore 21) accoglie Ailey II, un ensemble d’eccezione apprezzato nel mondo per la capacità unica di  fondere lo spirito e l’energia dei migliori talenti della giovane danza americana con la passione e la creatività dei coreografi più affermati che hanno fatto la storia del movimento d’oltreoceano.

Non c’è niente come una serata trascorsa con Ailey II“. E ancora: “I ballerini di Ailey II sono esseri spettacolari”. Così il New York Times descrive l’esperienza di assistere ad uno spettacolo della compagnia riconosciuta a livello mondiale come una delle più importanti formazioni della danza moderna americana e della cultura afroamericana.

Fondata nel 1974 a New York da Alvin Ailey, affermatasi per 38 stagioni sotto la guida di Sylvia Waters e dal 2021 affidata all’attuale direttrice artistica Francesca Harper, il repertorio della formazione statunitense include creazioni a firma, oltre che di Ailey, di coreografi noti e stimati quali Talley Beatty, Donald Byrd, Ulysses Dove, George W. Faison, Lar Lubovitch, Judith Jamison e Robert Battle  – quest’ultimo anche consulente artistico di Ailey II – oltre a opere di coreografi emergenti nel panorama della danza moderna americana come Sidra Bell, Jae Man Joo, Carlos dos Santos e Christopher L. Huggins.

Il programma che sarà presentato al Teatro Galli comprende estratti di Enemy in the Figure, la sezione centrale intensamente propulsiva della coreografia omonima di William Forsythe in cui la partitura elettronica di Thom Willem, percussiva e ritmica, è stata la fonte dell’invenzione coreografica dell’opera e ha influenzato l’uso radicale di luci e ombre nella scenografia originale. Un estratto che  metterà in risalto le formidabili doti dei ballerini di Ailey II, esaltandone energia e vitalità.

Si prosegue con Freedom Series (estratti), è un paesaggio di ricordi disegnato da Francesca Harper ispirato dal suo ritorno all’Ailey. Un viaggio attraverso una serie di vignette fra memoria e visione del futuro, in cui Harper indaga i temi di identità e comunità.

Porta invece la firma di Robert Battle l’atletica coreografia per sei uomini The Hunt, che rivela il lato predatore della natura umana e il brivido primitivo della caccia. Le fragorose percussioni de Les Tambours du Bronx guidano il movimento esplosivo ai limiti tra arte marziale, riti dei gladiatori e discipline sportive.

Il programma si chiude con Revelations, un classico intramontabile e un tributo al talento di Alvin Ailey. Spirituals, canti religiosi, gospel e blues afroamericani per un’intensa esplorazione dei luoghi del dolore profondo e della gioia spirituale dell’anima.


Ailey II
ENEMY IN THE FIGURE  (estratti) (1989)

coreografia William Forsythe
musica Thom Willems

FREEDOM SERIES (estratti) (2021)
coreografia Francesca Harper
musica Autori vari

THE HUNT (2001)
coreografia Robert Battle
musica Les Tambours du Bronx

REVELATIONS (1960)
coreografia Alvin Ailey
musiche tradizionali

 

Biglietteria Teatro Galli: tel. 0541 793811 | biglietteriateatro@comune.rimini.it.

 

 

(1 novembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata