PubblicitàAcquario Cattolica 2023
13.4 C
Rimini
11.6 C
Ravenna
Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieCarabinieri: "In scuole allievi atteggiamenti vessatori". Il comunicato dell'USIC

Carabinieri: “In scuole allievi atteggiamenti vessatori”. Il comunicato dell’USIC

Pubblicità

Prendiamo atto che sempre più di frequente giungono segnalazioni alle varie APCSM di comportamenti poco usuali che avvengono presso le scuole allievi dell’Arma. Dalle segnalazioni si evince che i metodi scolastici vengono il più delle volte superati da comportamenti goliardici dei vari Ufficiali e Sottufficiali, detentori di un potere a dir poco assoluto nei confronti degli allievi. Tutto questo, il più delle volte conosciuto dai Superiori gerarchici e giustificato con la famosa frase: siamo in una scuola e dobbiamo insegnare la militarità. Se ciò fosse vero, dovremmo affermare che i programmi scolastici sono fallimentari. Oppure che è disastrosa la gestione di Comando che vige nelle Scuole Allievi. Noi propendiamo per il fallimento della gestione e della giustificazione, e riteniamo che nell’insegnare la militarità si debba passare proprio dal rispetto della persona. Sono ormai per fortuna arcaiche, e solo da battuta, le frasi come aumenta la paga ai generali e la truppa non si lamenta. Crediamo sia giunto il momento di condannare questi stupidi ed inopportuni atteggiamenti vessatori e trasferire tutti, e ripetiamo tutti, coloro che non rispettano norme e regolamenti delle Scuole, a partire dai vari Comandanti, che con il loro drammatico silenzio sicuramente non danno il buon esempio”.

Lo dichiara, in una nota, Antonio Tarallo, Segretario Nazionale dell’Unione Sindacale Italiana Carabinieri (USIC).

 

(7 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata