Home » Copertina Rimini » Cresce per oltre cinque chilometri la rete delle piste ciclabili di Rimini

Cresce per oltre cinque chilometri la rete delle piste ciclabili di Rimini

di Redazione, #Rimini twitter@rimininewsgaia #Mobilità

 

Compie un decisivo passo avanti la Bicipolitana del Comune di Rimini, che a breve vedrà incrementata la propria rete di piste ciclabili di 5 chilometri e 252 metri. All’indomani dell’approvazione sostenuta dalla Giunta Comunale dei progetti esecutivi di una serie di itinerari ciclabili riminesi, così commenta l’assessora alla Mobilità, Roberta Frisoni:

Non è solo un valore di dimensioni che danno sì il senso dell’intervento su cui come nel Comune di Rimini siamo impegnati, ma il ruolo strategico che questi nuovi collegamenti avranno per unire e rendere fruibili, in un contesto sinergico programmato col piano urbano della mobilità sostenibile, i vari tasselli della Città che immaginiamo, da Rivabella alla Stazione, dalla Grotta Rossa a via Pomposa e al deviatore Ausa e da qui al cuore della Città. Ecco, quello che abbiamo approvato, dando il via col progetto esecutivo alla possibilità di far i bandi e assegnare i lavori già nelle prossime settimane, è un vero e proprio salto di qualità della mobilità perché entro il 2020 mette a rete, realizzandoli ex novo o collegandoli, i vari pezzi della rete ciclabile che diventa sempre più organica e vera e propria Bicipolitana.

Sono sei i percorsi ciclabili e pedonali approvati dalla Giunta e riguardano i tratti lungo Viale Toscanelli e via Coletti, dall’intersezione a rotatoria con Viale XXV Marzo 1831 al ponte sul deviatore del fiume Marecchia (escluso) per una lunghezza di 915 metri; Viale Francesco Sforza, nel tratto da via E. Coletti a via Brandolino per una lunghezza di 250 metri; Via F. Graziani, da via G. Savonarola all’intersezione a rotatoria con Piazzale Cesare Battisti, per una lunghezza di 178 metri; Piazzale Cesare Battisti per una lunghezza di 349 metri; Deviatore Ausa, per una lunghezza di 693 metri sull’argine sinistro e 690 su quello destro; Strada Statale 72, da via della Gazzella a via Pomposa, per una lunghezza di 220 metri.

Sei percorsi – i primi quattro inclusi nell’itinerario della Ciclovia Adriatica della Rete delle Ciclovie Regionali dell’Emilia-Romagna – per 3 chilomentri e 296 metri di nuove piste ciclabili e pedonali che, congiuntamente alla pista ciclabile e il percorso pedonale lungo via Coletti dal ponte della Resistenza al ponte sul deviatore Marecchia finanziato coi fondi del Piano nazionale sicurezza stradale, i cui lavori sono partiti con la fase di accantieramento, e a quello di via Roma-via Ugo Bassi-via Settembrini, finanziato col bando regionale per la realizzazione di ciclovie di interesse regionale e promozione della mobilità ciclabile, porteranno ad un incremento totale della rete riminese di 5,252 km. in ambito urbano.

Così continuano le dichiarazioni dell’assessora Frisoni:

La realizzazione dei percorsi ciclabili e pedonali sul Deviatore Ausa e sulla Strada Statale 72 avrà poi il pregio di consentire un miglioramento della mobilità ciclabile e pedonale verso il centro città dei residenti del quartiere Grotta Rossa, creando un collegamento senza dislivelli che può congiungersi, tramite anche una messa in sicurezza di via Pomposa, a via della Fiera e al collegamento lungo l’ausa che conduce in centro città. È un primo stralcio di un intervento più complessivo che prevede a regime anche la presenza di un ponte di attraversamento dell’Ausa parallelo alla Ss72, la cui realizzazione è stata richiesta ad ANAS tra gli interventi connessi alla messa in sicurezza della SS72.

 

 

(14 novembre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: